Le 4 fasi lunari: calante, crescente, piena e nuova

La luna è il satellite terrestre che diventa visibile di notte, illuminandosi per via del riflesso della luce solari. Ha una forma sferica come tutti i corpi celesti orbitanti ma non è sempre visibile del tutto poiché la terra si interpone, bloccando la luce del sole. L’ombra del pianeta terra va a coprire parte della luna ed è per tale ragione che non la si vede per interno tutte le notti. Il ciclo lunare dura circa 28 – 29 giorni, cioè all’incirca un mese. Non a caso, il calendario è basato proprio sui cicli della luna, sistema durato anche dopo il medioevo. Solo nel 1582 con una bolla papale, il papa Gregorio XIII introdusse il calendario che conosciamo oggi. Le fasi lunari si dividono in 4 momenti: luna nuova, crescente, piena e calante.

La luna nuova

La prima fase lunare è considerata quella nuova. In questo caso, la luna è completamente in ombreggiata dalla terra che ostacola la luce del sole. La caratteristica della luna nuova è solo un piccolo spicchio illuminato nel cielo notturno che perciò risulterà piuttosto buoi a causa dell’assenza di luce. È una condizione perfetta per scrutare il cielo e ammirare, per esempio, le tempeste di stelle cadenti, visibili a occhi nudo, oppure per cercare nel cielo costellazioni e pianeti, visibili sono in alcuni periodo dell’anno.

La luna crescente

Mano a mano che la luna esce dalla zona d’ombra, diventa sempre più visibile notte dopo notte, illuminando di più la notte. Dopo una settima dalla luna nuova, la luna raggiuge il primo quarto cioè quando diventa visibile nel cielo metà sfera. La fase di luna crescente è attesa per alcuni lavori soprattutto legati alla terra: i contadini la attendono per piantare alcuni tipi di piante in maniera che sia maggiori le probabilità che dal seme nasca un germoglio sano e forte che darà un buon raccolto.

La luna piena

Dopo altri 7 giorni dal primo quarto arriva la fase lunare più spettacolare di tutte: la luna piena. In questo caso, la luce del sole colpisce la luna in modo diretto senza che vi sia l’ombra della terra a ostacolarla e in cielo si può vedere una palla lucente che rischiara la notte. Il satellite terreste si trova tra il sole e la terra, restando visibile per tutta la notte: dal tramonto all’alba.

La luna calante

L’ultima fase lunare è quella calante in cui si vede l’ampiezza della luce della luna calare notte dopo notte poiché l’ombra della terra si interpone nel fascio di luce solare. La luna calante sorge a mezzanotte e cala a mezzo giorno, e infatti la si può vedere nel cielo terso pe rutta la mattina.  In agricoltura anche questa situazione è da sfruttare per poter piantare e coltivare con successo altri tipi di piante, soprattutto quelle tuberose e le radici. I calendari per la semina sono basati sulla stagione e soprattutto sulla fase lunare, come era nel Medioevo prima dell’introduzione del moderno calendario gregoriano.