Come scommettere: breve guida introduttiva al betting

Scegliere il bookmaker

La prima cosa che devi fare quando vuoi piazzare una scommessa su un evento sportivo a tuo piacere è scegliere una piattaforma di bet online. I parametri per queste scelta sono molti, anzitutto, la reputazione poiché è opportuno che tu scelga una piattaforma che abbia una buona reputazione cioè sia conosciuto e gli utenti ne parlino bene. Un altro parametro che può aiutarti a individuare la piattaforma che fa per te è il bonus di benvenuto: valuta bene le condizioni con cui viene dato il bonus e scegli quello più redditizio così avrai a dispostone un budget maggiore per piazzare le tue scommesse. Un buon bookmaker online accetta diversi sistemi di pagamento e assicura un prelievo veloce e con diverse modalità, assicurando sempre il massimo livello di sicurezza.

Studia l’evento

Ora che hai scelto dove piazzare la tua scommessa, non ti resta altro da fare che studiare l’evento sportivo su cui ti interessa piazzare. Ovviamente, se sei appassionato di uno sport in particolare, ti conviene scommettere su una partita di quello sport perché hai maggiori possibilità di azzeccare il risultato finale. È del tutto sconsigliabile piazzare scommesse su eventi che no si conoscono perché è come buttare via i soldi. Informati bene, controllando le news sportive sui giornali o anche online per conoscere le condizioni dei giocatori, eventuali dissesti all’interno della squadra, infortuni, etc. Devi anche studiare le partite precedenti e le statistiche per avere un quadro generale ben preciso al fine di fare un pronostico corretto.

Studia un metodo

Ora che hai anche studiato la partita su cui intendi scommettere, ti serve un metodo. Potrai trovare moltissime informazioni online o anche nei libri su come si scommettere in modo oculato e redditizio, al fine di ottenere il minimo delle perdite e il massimo delle vincite. Prima di tutto devi capire come funzionano le quote: la quota indica quanto puoi vincere. Più la quota è alta, maggiore è la vincita ma se è alta significa che è meno probabile che la squadra vinca. Infatti se uno dei due giocatori ha una quota molto alta, superiore anche a 2, vuol dire che ha pessime possibilità di vincere. Nel remoto caso che lo sfavorito, quello con la quota di vincita più alta, vinca il match, la tua vincita sarà molto alta, anche se poco probabile che accada. Già capendo questo si può delineare uno stile di gioco diverso: c’è chi va sempre sul sicuro e punta su partite dall’esito piuttosto certo, sfruttando la maggiore possibilità di una squadra di vincere sull’altra. Mentre c’è chi ama rischiare e punta, anche piccole cifre, su quote più alte, rischiando di perdere i soldi ma avendo anche una remota possibilità di incassare davvero molto. Ci sono poi tutti dei metodi intermedi che vanno scelti in base anche alla tua propensione al rischio che ti aiutano a verificare al meglio i tuoi pronostici, oltre che strutturare una schedina più redditizia.

Per avere altre news e informazioni sul betting, clicca qui topscommesse.com .